Contatto

Descrizione

Lunedì 7 giugno u.s. si è tenuto, in videoconferenza, l’incontro territoriale relativo alla riorganizzazione della reperibilità dei sistemi di alimentazione e condizionamento che attualmente nel Nord Est è strutturata in due tipologie: reperibilità di coordinamento svolta da personale Technical Infrastructure (MTI) e 9 ruote di reperibilità operativa svolta da personale Tecnico On Field REM delle FOL e MTI di Technical Infrastructure.
In Veneto attualmente sono attive 3 ruote di reperibilità operativa:
1. FOL VE Nord = Belluno, Treviso, Venezia (San Donà), Vicenza (Bassano) garantita da 4 risorse (2 TOF REM, 1 Specialista MTI + eventuale ingaggio impresa);
2. FOL TA/FOL VE = Verona, Vicenza (esclusa Bassano) garantita da 6 risorse (4 TOF REM e 2 Specialista MTI);
3. FOL VE = Padova, Rovigo, Venezia (esclusa San Donà) garantita da 8 risorse (5 TOF REM e 3 Specialista MTI).
TIM ha illustrato la necessità di razionalizzare a 5 le ruote di reperibilità operativa, 1 per ogni FOL: FOL EO, FOL ER, FOL VE (Padova, Rovigo, Venezia, Vicenza), FOL FVG (Belluno, Treviso, FVG) e FOL TAA (Verona, TAA) con l’impiego di specialisti di Technical Infrastructure almeno fino al consolidamento delle competenze dei Tecnici On Field Impianti Servizi avviati al piano formativo e di attivare una nuova reperibilità specialistica con personale MTI di Technical Infrastructure a sopporto delle ruote di reperibilità operativa.
La RSU FISTel CISL ha richiesto ai Responsabili Aziendali di rivedere l’Organizational Design n. 244 dell’8 gennaio 2020 con la quale l’attività di Maintenance operativa degli impianti tecnologici degli spazi industriali è stata attribuita alle Field Operations Line in quanto oggi sono rimasti in Veneto, in ambito operativo, solo 9 Tecnici REM con esperienza consolidata, esiguità numerica che non garantisce la copertura necessaria al corretto svolgimento delle attività di competenza con la dovuta sicurezza. Sarebbe più opportuno, potenziare il supporto specialistico in ambito Technical Infrastructure, inserendo i 9 tecnici REM rimasti con esperienza utilizzando per gli interventi operativi solo il personale di impresa competente territorialmente che conosce, “decisamente meglio”, l’alimentazione/condizionamento di zona.
Infine, i Tecnici On Field di Impianti e Servizi individuati per implementare la forza lavoro sulle tematiche dell’alimentazione e condizionamento specifiche dei REM, stanno evidenziando notevoli difficolta nel piano formativo in quanto molti di loro sono over 50 e senza una scolarizzazione che contenga “rudimenti” dell’elettrotecnica/elettronica, difficoltà che si stanno trasformando in “paura” di dover intervenire di notte in reperibilità.La RSU FISTel CISL, come chiesto più volte, ritiene necessaria una revisione generale delle reperibilità in quanto la “nota soluzione TIM” di ridurre le ruote allargando l’area di competenza, comporta l’aumento degli interventi, il più delle volte in orari notturni, e il rischio di infortunio e di stress da lavoro.
In conclusione, è stato chiesto ai Responsabili di TIM di fare chiarezza sulle problematiche sollevate dai Tecnici REM sulla normativa INAL relativa ai lavori su impianti elettrici in bassa tensione, Preposto Lavori e Responsabile Impianto, e ai casi in cui in base al DVR è previsto l’obbligo di intervento della seconda unità.
Le RSU TIM Unità Produttiva Veneto di FISTel CISL
La Segreteria Regionale FISTel CISL Veneto

Ulteriori tags

Informazioni di contatto

Via Ca' Marcello, 30172 Venezia, VE, Italia

Orari d'apertura

Lunedì 9:30 - 18:00
Martedì 9:30 - 18:00
Mercoledì 9:30 - 18:00
Giovedì 9:30 - 18:00
Venerdì 9:30 - 17:00
Ora locale 01:00
You don't have permission to register