|  
maggio 27, 2020

Settori

Telecom
Tim - Esito incontro territoriale

Tim - Esito incontro territoriale

Author: Massimo/martedì 26 novembre 2019/Categories: Telecomunicazioni Gruppo Telecom Veneto

Martedì 19 novembre u.s., si è tenuto a Mestre l’incontro territoriale tra TIM e le
Segreterie Regionali di SLC-CGIL, FISTel-CISL, UILCOM-UIL, UGL Telecomunicazioni
unitamente alla RSU, per proseguire il confronto sulle tematiche di Wholesale Operations
e di Commercial del Veneto.
COMMERCIAL VENETO
Il Dott. Conte, responsabile TIM del settore Caring Area del Triveneto, in linea con quanto
illustrato nel corso dell’incontro nazionale del 1 e 2 ottobre u.s., ha esposto l’attuale
situazione della funzione dei customer 187 e 119, evidenziando la volontà di realizzare
con determinazione la convergenza tra fisso e mobile, puntando sempre di più sulla
qualità del servizio fornito alla clientela considerandola un valore fondamentale per
l’azienda, che è nettamente superiore a quello fornito dai nostri service in ambito 187.
La RSU FISTel CISL ha ricordato al Responsabile di Caring Arena che negli anni
trascorsi il Sindacato ha difeso con tutte le iniziative possibili il mantenimento del
Caring all’interno del perimetro aziendale opponendosi alla volontà di TIM di
esternalizzare il settore, e di come in Veneto il prezzo pagato sia stato molto
pesante per le lavoratrici e i lavoratori vista la chiusura delle sedi 187 di Treviso e
Vicenza e i trasferimenti verso Padova e Venezia. Inoltre, la Delegazione Sindacale ha
sottolineato come la qualità dichiarata non è sicuramente dovuta all’efficienza del sistema
informatico CCC (ex DBSS) il quale continua ad essere lento e macchinoso, bensì dalle
persone che quotidianamente svolgono con grande impegno il loro lavoro.
La RSU FISTel CISL ha invitato il Dott. Conte a farsi portavoce delle richieste dei
lavoratori nei confronti dei diretti superiori in previsione della revisione delle turnazioni:
l’introduzione orario base flessibile in ingresso, riduzione tipologie di turno e numero di
sere, l’eliminazione della timbratura in postazione (vedi comunicato 26/10/2018 - esito
assemblee Veneto piattaforma contratto aziendale), sottolineando come la migliore
conciliazione dei tempi di vita e lavoro aiuta ad incrementare la “qualità”, mentre la
frenesia dei tempi di risposta aiuta, semmai, solo ad aumentare stress e malattie.
WHOLESALE OPERATIONS
Il Dott. Cecchi, Responsabile di Operations, ha illustrato i recenti ordini di servizio che
hanno comportato l’integrazione delle funzioni territoriali Wholesale Operations Area con
le analoghe del Chief Technology and Innovation Office, al fine di ottimizzare il presidio,
con l’integrazione di tutte le attività di sviluppo ed esercizio delle reti di accesso e
rendendolo coerente con la geografia delle funzioni commerciali, con le Aree Territoriali Nord Est che diventano composte da: Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige
ed Emilia Romagna mentre confluiscono nel Centro le regioni Marche e Umbria.
La RSU FISTel CISL ha rinnovato, ancora una volta, la richiesta di effettuare una
rivisitazione sugli orari di lavoro dei Tecnici On Field e del personale delle Strutture di
Governo RJ, FM (analist, delivery, ecc..) con l’obiettivo di ridurre i turni serali ed eliminare
i turni nelle festività tenuto conto delle consistenti fuoriuscite per isopensione.
La Dirigenza Aziendale ha ribadito che una prima risposta sulle Domeniche e Festività è
già stata data in entrambi i settori ma, in linea con quanto applicato a livello nazionale
non è disponibile ad azzerare il presidio. Per quanto concerne la rivisitazione delle
percentuali dei turni serali dal lunedì al sabato, accogliendo la richiesta del
Sindacato, si è resa disponibile ad una verifica a seguito delle prossime cessazioni
per isopensione del 30 novembre 2019.
La RSU FISTel CISL ha quindi chiesto per le strutture di: Creation, Network ecc.., la
sostituzione dell’automezzo panda van in dotazione senza tergicristallo posteriore
e lunotto termico (nel frattempo è stato segnalato anche che non sono ancora state
sostituite le gomme estive e non ci sono le catene da neve a bordo) con un automezzo
più idoneo e sicuro per le attività svolte, ad esempio, il furgone fiorino in dotazione ai
Tecnici On Field. E’ stata quindi segnalata la problematica relativa alla figura SMC di
Creation che prevede la lavorazione di tutta la parte di sicurezza per qualsiasi cantiere e
che, ricadendo all’interno del D.Lgs. 81/08, è perseguibile in base all’articolo 91 comma 1
– obblighi del coordinatore per la progettazione – in caso di sanzioni prevede l’arresto da
tre a sei mesi o ammenda da 3.071,27 a 7.862,44 euro (art. 158 co. 1) e rinnovato la
richiesta di rivalutazione del “coefficiente auto”, oggi pari a 0,4 auto per assistente.
TIM, per quanto concerne la figura SMC di Creation, ci ha informato che ai lavoratori è
stata illustrata l’attività e fatta sottoscrivere una lettera di incarico a conclusione del
percorso di formazione effettuato; successivamente ogni SMC ha ricevuto una
comunicazione con la quale veniva informato che l’Azienda gli riconosceva la tutela
assicurativa da responsabilità civile verso terzi per i fatti direttamente connessi
all’esercizio del ruolo di CSP/CSE, ed in caso di procedimenti civili e penali, il
riconoscimento dell’assistenza legale fino alla sentenza definitiva.
La RSU FISTel CISL ha invitato TIM a procedere con una ulteriore informativa ai
lavoratori al fine di chiarire i dubbi e le perplessità che ancor oggi permangono.
STATO DI EMERGENZA VENEZIA CENTRO STORICO
A seguito della richiesta fatta, i Responsabili TIM hanno comunicato che sono stati preautorizzati

dalla Direzione Generale a concedere alle lavoratrici e ai lavoratori residenti in Venezia Centro Storico, in caso di ordinanza comunale e/o stato
evidente di emergenza acqua alta, il Lavoro Agile oltre il normale regolamento (più
giorni) estendendolo anche al personale operante in strutture escluse.
La RSU FISTel CISL nell’apprezzare quanto annunciato da TIM ha evidenziato che ci
sono anche lavoratrici e lavoratori che quotidianamente prestano servizio, o che sono
inviati dalla terraferma a Venezia Centro Storico, e che “stoicamente” hanno lavorato in
mezzo all’acqua alta in assenza delle dotazioni idonee (vedi stivali alti da coscia), a tal
proposito, la RSU FISTel CISL ha chiesto di tenere in considerazione gli eventi
eccezionali e di fornire ai lavoratori le dotazioni necessarie per lavorare in sicurezza.
TIM nel preannunciare che nel mese di gennaio p.v. riprenderanno i lavori del Laboratorio
Territoriale su Venezia Centro Storico, e che sono stati autorizzati gli acquisti dei zaini
“leggeri”, cerate e scale si è impegnata ad individuare le soluzioni più opportune in
caso di acqua alta anche per le risorse chiamate a prestare servizio a Venezia C.S.
BUSINESS ICT CONTROL ROOM
Si è nuovamente rinnovata la richiesta di rendere possibile i cambi turni tra la sede di
Mestre e Bologna attraverso l’istituzione della bacheca elettronica visibile agli operatori,
ed è stata rinnovata la richiesta di aprire il Job Posting in tale struttura.
PIANO SPAZI VENEZIA
Per TIM, ad oggi, non ci sono le condizioni per creare le salette per i fumatori nelle sedi di
Mestre né di ampliare e creare le sale ristoro in via Torino, via Esiodo e via Lissone.
La RSU FISTel CISL ha invitato Risorse Umane ad effettuare una nuova verifica con
Reale Estate, in quanto, con le prossime uscite per isopensione, si potranno
individuare nuovi spazi utili al fine di poter dare risposte positive alle richieste
delle lavoratrici e lavoratori.
BUONI PASTO BLUTICKET CIR FOOD
La RSU FISTel CISL, ha rinnovato la richiesta di revoca dell’appalto a Cir Food,
vista la scarsa o addirittura assenza di locali convenzionati nel Veneto che non consente
ai dipendenti di consumare un pasto attraverso l’utilizzo del buono elettronico,
evidenziando come ci siano lavoratrici e lavoratori con oltre 150 buoni pasto residui.
Le RSU Telecom Italia Unità Produttiva Veneto di FISTel CISL
La Segreteria Regionale FISTel CISL Veneto

Number of views (1904)/Comments (0)

Tags:

Documents to download